Storia

“C’era una volta…”

Iniziano così le più belle fiabe che si ascoltano nell’infanzia. Ma questa non è una favola; è la storia del glorioso ed affascinante Tennis Club Livorno, che nel 2015 ha compiuto 65 anni.

E’ la storia di un circolo sportivo, un ambiente cioè dove, generalmente, si consumano le più belle pagine di agonismo di amicizia e di allegria. Il Tennis Club Livorno è tutto questo ed anche di più. E’ un club creato dalla passione e dall’impegno di poche persone e che ha visto in questo cinquantennio nascere speranze, campioni, amori e far trascorrere ai soci giornate di spensieratezza ed allegria nel massimo rispetto e senso dell’amicizia ma con la scanzonatezza che contraddistingue il popolo livornese e quello dei club in particolare, sempre critico e polemico ma anche generoso e sportivo.

Il tennis club livorno, che ha una sua precisa posizione tra i tennis club Italiani, ha attraversato momenti difficili e solo grazie all’opera seria e volenterosa di molti personaggi, ha potuto continuare a vivere.

Il Tennis Club Livorno nasce nel luglio 1950, quando pochi soci dell’antico e glorioso Skating Tennis Club Livorno fondarono un Circolo di tennis in via Roma in una sede piccola ma molto accogliente. I presidenti che si alternarono in quel periodo erano il fior fiore dell’imprenditoria livornese ed i più noti personaggi della città. Sotto la presidenza di Melchiorre Bournique, l’attività del circolo si intensifico sia sotto il profilo prettamente sportivo sia per le iniziative come cene sociali e serate di musica e ballo.

Bournique ha presieduto il Club dal 1958 al 1974. Console del Principato di Monaco, bella figura di uomo e di sportivo, conciliava la passione per tante discipline (fu campione di canottaggio e pilota automobilistico in formula tre e nei rally). Ma la sua creatura, amata e curata con vera passione, fu il Tennis Club Livorno.
“Il Presidente” per antonomasia è stato l’ultimo del circolo di via Roma ed il primo di Villa Lloyd: molto di quanto realizzato nei due circoli si deve a lui. Artefice principale dello spostamento di sede fu molto amato da soci, atleti e tecnici che vedevano in lui grande carisma e signorilità senza paragoni, per cui era il vero ed unico interlocutore per tutti, un vero gentleman.

L’interesse per il tennis intanto cresceva, grazie ai campionati di varie categorie e ai tornei internazionali arrivavano giocatori di grande talento che rappresentavano l’esempio da seguire per i giovani tennisti livornesi che in breve tempo raggiunsero i più alti livelli agonistici. Negli anni ’60 come abbiamo detto cominciò ad essere incentivata anche la parte ricreativa con, in particolare, la nascita e lo sviluppo del gioco del Bridge che ben presto lanciò in campo mondiale alcuni tra i più rappresentativi soci del circolo. I più importanti tra loro furono Anna Valenti e Marisa e Benito Bianchi (quest’ultimo inventore del Quadri Livorno) campioni mondiali a squadre. Allora come adesso il tennis ha continuato comunque ha catalizzare l’attenzione dei soci, c’era la parte non agonistica delle partite tra amici con tanto di sfotto’ e cene da pagare per chi perdeva, quella della scuola di avviamento dedicata ai bambini e quella agonistica con le squadre pronte a ben figurare nei campionati regionali e nazionali e i singoli atleti che proprio partendo dai campi di Villa Lloyd hanno raggiunto grandi traguardi.

Marzio-Martelli-ex-Davis-ManGiocatori e giocatrici come Giuliano Fanfani, Monica Giorgi, e più recentemente Marzio Martelli, Filippo Volandri, Lisa Tognetti e Alessandra Di Batte hanno rappresentato il biglietto da visita della scuola del Tc Livorno. Il circolo poi è diventato anche il punto di riferimento per la federazione italiana nell’organizzazione di tornei di primo piano fino ad arrivare all’assegnazione di un atteso incontro di Coppa Davis, nel settembre del 2004.   L’Italia vince contro la Polonia e con un 3-2 sofferto torna nella serie B della volandriCoppa Davis.  Filippo Volandri e Potito Starace sono i protagonisti della tre giorni che vede al circolo di Villa Lloyd al centro dell’attenzione dei media e dei tifosi ed appassionati della racchetta. L’eroe di casa Filippo Volandri regala uno dei tre punti che danno la vittoria battendo  6-1, 6-2, 6-1 Michal Przysiezny davanti ad oltre 3 mila spettatori

Più di recente il Tennis club Livorno ha curato l’organizzazione del Campionato italiano maschile Under 13 al quale hanno preso parte i migliori prodotti del vivaio italiano. Un tabellone di alta qualità, partite tirate e combattute e un impegno organizzativo di grande spessore sottolineato dagli stessi responsabili della Federazione.

Durante l’anno al circolo si susseguono poi diversi tornei, molti dedicati ai piccoli tennisti come la tappa del circuito Trofeo Topolino, ora denominato Kinder, che regala ai vincitori il lasciapassare per le finali nazionali.

esultana tc livornoIl circolo negli ultimi tempi ha rinnovato il proprio consiglio direttivo e riorganizzato il settore tecnico con l’obbiettivo di dare un ulteriore slancio all’attività tennistica. Gli obbiettivi sono fissati, il lavoro è cominciato con entusiasmo ed ambizione e i risultati sono ottimi. La squadra femminile ha riconquistato la serie B e nel 2015 ha sfiorato addirittura la promozione in serie A2 (persa nella finalissima di Lumezzane).

 

 

 

La squadra maschile è approdata alla serie B nel 2018 vincendo al tabellone nazionale la sfida decisiva con Levico Terme. 

 

 

Via G. Pietri, 7 57127 – Livorno
Chiama al 0586 803311